Atto Costitutivo, Statuto e Territorio.

Repertorio N. 59.042                                                                                                                         Raccolta N. 4.790

VERBALE DI ASSEMBLEA

REPUBBLLICA ITALIANA

L’anno millenovecentonovantadue e questo giorno tredici del mese di gennaio alle ore ventuno (13 gennaio 1992 ore 21).
In Comune di Seravezza, frazione Querceta, nella sede della Pro Loco Querceta, posta in Piazza Pellegrini civico N. 2.
Avanti a me Dottor UMBERTO GUIDUGLI, Notaio in Seravezza, iscritto al Collegio Notarile di Lucca;
senza l’assistenza dei testimoni, ai quali i comparenti di comune accordo tra loro e col mio consenso rinunciano, avendo i requisiti di Legge,
sono comparsi i Signori:
1) GIANNARELLI MAURO, nato a Seravezza il 5 aprile 1947, ivi residente in frazione Querceta, via Giannotti, 2, impiegato e Presidente del Consiglio dell’Associazione di cui infra;
2) GIANNELLI RICCARDO, nato a Forte dei Marmi il 18 aprile 1958, ivi residente in frazione Vaiana, via Olmi, 30, commerciante;
3) MARCUCCETTI MARCO, nato a Seravezza il 2 settembre 1954, residente a Pietrasanta, via Vaiana, 7 impiegato;
4) MEUCCI MARCO, nato a Seravezza il 2 febbraio 1953, residente a Forte dei Marmi, Via F. Donati, 256, impiegato;
5) MUSSI ZELINDO, nato a Polinago (Modena) il 16 ottobre 1944, residente a Seravezza in frazione Querceta, Via Mordure, 11, perito industriale;
6) VECCHI GIAN LUCA, nato a Seravezza il dì 11 marzo 1955, residente a Pietrasanta, Via Comunale, N. 70, artigiano;
7) TARABELLA LUIGI ANTONIO, nato a Pietrasanta il 23 gennaio 1949, residente a Seravezza, frazione Pozzi, via Guicciardi, 166, autotrasportatore;
8) SCALETTI LORIS, nato a Casola Lunigiana il dì 11 settembre 1950, residente a Seravezza, via Seravezza 182, educatore professionale;
9) RONI MASSIMO, nato a Seravezza il 14 marzo 1959, residente a Seravezza, frazione Querceta, Via Madonnina, 130, falegname;
10) GUICCIARDI LUCIANO, nato a Seravezza il 17 luglio 1949, ivi residente in frazione Querceta, via Luigi Salvatori, 122, commerciante;
11) RONI ROBERTO, nato a Seravezza il 21 giugno 1938, ivi residente in frazione Querceta, Piazza Matteotti, 12, giornalista;
I quali tutti dichiarano di agire nella loro qualità di soci dell’Associazione di cui infra; Comparenti della cui identità personale io Notaio sono certo, identità personale io Notaio sono certo, i quali mi richiedono di redigere il verbale dell’Assemblea straordinaria dell’Associazione “PRO LOCO QUERCETA”, con sede in Querceta, codice fiscale: 82008590463, costituita con atto ai rogiti Notaio Gian Giacomo Guidugli del 21 giugno 1967, repertorio n. 44.811, raccolta 24.813, qui convocata a norma di legge e di Statuto per questo giorno alle ore ventuno in prima convocazione e alle ore ventuno e minuti trenta in seconda convocazione ai fini di deliberare sul seguente

ORDINE DEL GIORNO:
1) Adozione del nuovo testo dello Statuto sociale. Aderendo alla fattami istanza io Notaio do atto di quanto segue:
Su designazione unanime dei soci intervenuti e a norma di Statuto assume la presidenza dell’assemblea il comparente e presidente del Consiglio dell’Associazione Signor Giannarelli Mauro, il quale constata e dà atto:
- Che l’assemblea è stata regolarmente convocata a norma dell’articolo otto dello Statuto sociale con avviso spedito ai soci nei termini statutari, e pubblicizzato secondo quanto previsto dallo statuto stesso;
- Che, in apertura di seduta, sono presenti, in persona dei comparenti, numero undici (11) soci regolarmente iscritti e aventi diritto di voto su numero sessantotto (68) soci regolarmente iscritti e aventi diritto di voto;
- Che, essendo passate le ore ventuno e minuti trenta l’assemblea è regolarmente costituita in seconda convocazione e può validamente deliberare sull’argomento posto all’ordine del giorno.
Il Presidente, dichiarata valida e aperta la seduta, riferisce che su richiesta della Provincia di Lucca per l’iscrizione dell’Albo Provinciale  delle Pro Loco è necessario modificare lo Statuto nei punti in cui viene fatto riferimento all’Ente Provinciale per il Turismo (E.P.T), in quanto tale Ente con la Legge Regionale n. 9 del 23 febbraio 1988 e ai sensi della Legge n. 217 del 17 settembre 1983 è stato soppresso, e i poteri di controllo che aveva tale Ente sulle Pro Loco, attualmente non vengono esercitati da alcun altro Ente; e chiarisce che, come già discusso in sede di Consiglio, è opportuno adeguare il testo dello Statuto alle sopravvenute esigenze dell’attività sociale.
Il Presidente propone quindi di adottare un nuovo testo dello Statuto sociale che, sostanzialmente, rispecchi gli scopi e i limiti territoriali del precedente Statuto con gli adeguamenti sopra proposti e dà lettura all’Assemblea del nuovo testo dello Statuto sociale e dà spiegazione dell’allegata planimetria.

D E L I B E R A

Di approvare il nuovo testo dello Statuto Sociale dell’Associazione, così come letto dal Presidente, che, con decorrenza immediata, andrà a sostituire il vecchio Statuto sociale e di approvare la planimetria allegata al predetto Statuto, nella quale il territorio di competenza dell’Associazione è velato col colore “giallo”.
Tale nuovo Statuto, composto di venti articoli, oltre la suddetta allegata planimetria, si allega al presente atto sotto la lettera “A”, omessane la lettura per espressa dispensa fattami dai comparenti.
Null’altro essendovi da deliberare il Presidente dichiara sciolta l’assemblea.

Richiesto, io Notaio ho ricevuto questo Atto Replica Tag Heuer Watches che ho letto ai comparenti che a mia interpellanza lo approvano e, confermandolo, lo sottoscrivono con me Notaio.

Questo Atto, scritto in parte da me e in parte da persona di mia fiducia, occupa due fogli e cinque facciate intere e quanto alla sesta scritta sino a qui.
Chiuso e sottoscritto il presente verbale alle ore
Firmato:  Mauro Giannarelli
     “          Giannelli Riccardo
     “          Marcuccetti Marco
     “          Meucci Marco
     “          Mussi Zelindo
     “          Vecchi Gian Luca
     “          Tarabella Luigi Antonio
     “          Loris Scaletti
     “          Roni Massimo
     “          Guicciardi Luciano
     “          Umberto Guidugli Notaio

 

ALLEGATO A al N. 59042                                      di Rep. E al N. 4.790    di Racc.

STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE PRO-LOCO
QUERCETA

Art. 1 – Definizione territoriale:  Nel territorio del Comune di Seravezza, in località “QUERCETA”, è costituita una Associazione Pro-Loco che prenderà la denominazione di PRO-LOCO QUERCETA.
Art.2 –   La Pro-Loco svolge la sua opera nel territorio di sua giurisdizione, avuto riguardo alla sfera di azione delle Pro Loco confinanti e precisamente il territorio a valle di una linea spezzata che partendo da Corvaia (bivio Via Provinciale con Via Interna) segue l’andamento della Via Interna di Corvaia (lato monte) per poi risalire sul crinale della Rocca sino a raggiungere la Canala con arrivo a Cerreta S. Nicola – Monte Folgorito. A maggior chiarimento si specifica che il territorio in oggetto nella planimetria allegata è velato in “Giallo” che debitamente controfirmata viene a far parte integrale del presente Statuto, al quale viene allegata sotto la lettera “A”.
Art. 3 – Finalità: -  Gli scopi principali che la Pro Loco si propone sono:

a) – riunire attorno a se tutti coloro (Enti, organizzazioni, esercenti, industriali, privati in genere) che hanno interesse allo sviluppo turistico del territorio di sua giurisdizione e di coloro che intendono aderire alle attività della Pro-Loco;
b) - svolgere fattiva opera per organizzare turisticamente la località studiando e proponendo alle Amministrazioni competenti il miglioramento edilizio e stradale specie nelle zone in cui l'interesse turistico è maggiore promuovendo l'abbellimento di piazze e giardini con piante e fiori, e l'apposizione di cartelli indicatori segnalandone l'eventuale deficienza e curandone la conservazione;
c) - tutelare e valorizzare con opportune iniziative e con assidua propaganda tutte le bellezze naturali, artistiche, monumentali, nonché il patrimonio storico e culturale e le attività economiche;
d) - promuovere e facilitare il movimento turistico, rendendo il soggiorno piacevole incoraggiando e appoggiando il miglioramento in genere dei servizi pubblici;
e) - promuovere l'incremento ed il miglioramento dell'attrezzatura ricettiva e dei centri di ritrovo degli ospiti, vigilando che questi rispondano agli scopi;
f) - promuovere festeggiamenti, gare, fiere, convegni, spettacoli pubblici, gite, escursioni, manifestazioni ed iniziative di diretto interesse turistico, potenziare il “PALIO DEI MICCI”, il Giuoco della Torre, i Giuochi delle Bandiere, i raduni escursionistici (Rocca della Croce etc. etc.), i complessi musicali ivi compresa “LA RUSTICANA”, e collaborare infine alla buona riuscita delle manifestazioni patronali di S.LUIGI, S. ROCCO e S. GIUSEPPE;
g) - vigilare sullo svolgimento dei servizi locali interessanti il turismo; proporre le opportune modifiche alle competenti autorità;
Art. 4 -  Il Comune e gli altri Enti Pubblici potranno valersi della Pro Loco per l'esplicazione di particolari iniziative e compiti.

Art. 5 – Organi e loro Funzioni: Sono organi della Pro Loco:
a) – Il Presidente
b) – Il Consiglio
c) – L'Assemblea dei Soci.

Art. 6 -  Il Presidente è eletto, a votazione segreta, dall'Assemblea dei Soci, dura in carica tre anni e può essere riconfermato. La carica di Presidente è gratuita.
Il Consiglio nella prima seduta, a votazione segreta e fra i suoi membri, provvede alla nomina di un Vice Presidente, che, in caso di assenza o legittimo impedimento del Presidente, ne esercita le funzioni.
Il Presidente amministra l'Associazione e la rappresenta di fronte ai terzi e in giudizio. Convoca e preside il Consiglio e l'Assemblea ed è assistito da un Segretario.
Art. 7 -  Il Consiglio è composto dal Presidente, dal Sindaco – quale membro di diritto – e da n.21 (ventuno) membri scelti fra persone interessate al turismo ed esperte in materia turistica.
I componenti del Consiglio sono eletti, a votazione segreta, dall'Assemblea dei Soci, durano in carica Tre anni e sono rieleggibili.
Il Presidente della Pro-Loco ed i Consiglieri debbono essere scelti fra i componenti l'Assemblea dei Soci.
Le relative votazioni avranno luogo dopo la riunione dell'Assemblea Generale, presso la sede della Pro Loco, e successivamente il seggio elettorale sarà trasferito nelle frazioni di Ripa e di Pozzi con le modalità e gli orari che l'Assemblea stessa riterrà più opportuni.
Il Consiglio delibera:
a) – sulla formazione del bilancio di previsione e del relativo programma di azione che dovrà essere sottoposto alle determinazioni dell'Assemblea;
b) – sulla stesura del conto consuntivo e della relazione sulla attività svolta che dovrà essere sottoposto alle determinazioni dell'Assemblea;
E' in facoltà del Consiglio, sentita l'Assemblea dei Soci, di nominare il Segretario ed eventualmente altri impiegati per il disbrigo delle funzioni burocratiche e tecniche.
I provvedimenti del Consiglio sono emessi a maggioranza di voti dei Consiglieri presenti.
In caso di parità di voti prevale quello del Presidente.
Per la validità delle riunioni è necessaria la presenza della metà dei Consiglieri.
Trascorsa mezz'ora la riunione è valida qualunque sia il numero dei convenuti.
Il Consiglio, per la pratica attuazione delle sue attività può valersi dell'opera dei Soci particolarmente qualificati ed esperti, nominando all'uopo speciali Commissioni di studio e di lavoro, che esplicheranno il loro mandato sotto la sua direzione e che potranno partecipare alle riunioni del Consiglio stesso con voto consultivo, ove ciò sia ritenuto necessario.
Art. 8 -  Spetta all'Assemblea dei Soci di esprimere la volontà di costituirsi in Associazione e di stabilire il relativo statuto sociale.
La costituzione dell'Associazione deve aver luogo con atto notarile.
Ogni modifica dello Statuto Sociale deve essere deliberata dalla Assemblea dei Soci, e deve essere deliberata dalla Assemblea dei Soci, e deve aver luogo con atto notarile. Per deliberare gli atti di cui sopra, occorre l’unanimità di almeno due terzi dei Soci presenti.
La convocazione dell’Assemblea è fatta dal Presidente, con lettera di comunicazione ai Soci e mediante avviso affisso alla Sede dell’Associazione ed all’albo pretorio del Comune dieci giorni prima della riunione.
L’Assemblea è convocata nel caso che due terzi dei Soci ne facciano domanda scritta al Presidente, ed inoltre ogni qual volta il Presidente lo ritenga necessario; in ogni caso per l’approvazione del bilancio di previsione e dei conti consuntivi nonché delle relazioni delle attività svolte e piani d’azione.
In sede d’Assemblea i Soci possono avanzare proposte che ritengono utili al conseguimento degli scopi sociali.
Le proposte debbono risultare dall’apposito verbale steso dal Segretario e firmate dal Presidente.
Per la validità delle deliberazioni dell’Assemblea è necessaria la presenza di metà dei Soci, in regola con le quote sociali dell’esercizio.
Trascorsa mezz’ora la riunione è valida qualunque sia il numero dei soci intervenuti.
Art. 9 – Compiti dell’Assemblea:  Sono compiti dell’Assemblea, oltre a quelli indicati in altri articoli:
a)- approvazione bilanci preventivi e programma delle attività;
b)- approvazione conti consuntivi e relazione dell’attività svolta;
c)- locazione od acquisto e costruzione di beni immobili;
d)- liti, attive e passive.
Art. 10- I proventi con i quali la Pro-Loco provvede alla propria attività sono:
a)- le quote dei Soci;
b)- i proventi di gestione di iniziative permanenti o occasionali;
c)- gli eventuali contributi di Enti pubblici, di Associazioni di categoria e di privati;
d)- le eventuali donazioni;
Art. 11 – Finanziamento:  I Soci si distinguono in benemeriti, sostenitori, annuali.
Sono Soci benemeriti quelle persone od Enti che arrecano particolari benefici materiali o mortali all’Associazione o che versano almeno una quota non inferiore alla quota stabilita.
Sono Soci sostenitori coloro che si impegnano per tre anni consecutivi di corrispondere una quota annua non inferiore alla quota stabilita.
Sono Soci sostenitori coloro che si impegnano per tre anni consecutivi di corrispondere una quota annua non inferiore alla quota stabilita.
Sono Soci annuali coloro che versano una quota annua non inferiore alla quota stabilita.
Le quote da corrispondere dalle varie categorie di Soci sono stabilite dall’Assemblea dei Soci in sede di approvazione del Bilancio preventivo.
I Soci che non mandino le dimissioni, per iscritto, entro il 15 Dicembre, sono obbligati ai contributi fissati anche per l’anno successivo.
I Soci hanno diritto:
1) – alle pubblicazioni della Associazione;
2) – a frequentare i locali dell’Associazione;
3) – ad eventuali facilitazioni in occasione di manifestazioni promosse ed organizzate dall’Associazione.

Art. 12- La qualità di Socio si perde per dimissioni, per rinuncia tempestiva, per esclusione, per morosità o per indegnità.
Sulla esclusione per indegnità decide il Consiglio.
Art. 13 – amministrazione:  Il Presidente mediante deliberazioni scritte in apposito registro, in originale e sottoscritte da lui e dal Segretario, adotta gli atti necessari al funzionamento dell’Associazione, forma i bilanci consuntivi e preventivi, nonché le relazioni ed i piani d’azione ad essi legati, che sottopone al voto del Consiglio e alla approvazione dell’Assemblea entro il mese di Gennaio. Trasmette agli Organi competenti per legge e nei termini degli stessi fissati le deliberazioni e gli atti richiesti.
Art.14 -   Il Segretario assiste il Consiglio e l’Assemblea, redige i verbali delle relative riunioni, assicura l’esecuzione delle deliberazioni del Presidente e provvede al normale funzionamento degli Uffici.
Art. 15 -  Il Presidente e il Segretario sono responsabili della tenuta dei registri dai quali risulta la gestione contabile dell’Associazione.
L’Associazione, per gli incassi, i pagamenti e per il deposito del proprio fondo di cassa dovrà avvalersi possibilmente di un Istituto di Credito.
Art. 16 – Revisori dei Conti: Tre Revisori dei Conti hanno l’incarico di esaminare periodicamente ed occasionalmente in qualsiasi momento la contabilità sociale. I Revisori dei Conti, uno dei quali con funzioni di Presidente, sono eletti con votazione segreta dall’Assemblea dei Soci, durano in carica tre anni e sono rieleggibili. Se invitati dal Presidente possono presenziare alle sedute dl Consiglio della Assemblea.
Art. 17 – Tutela:  La Pro-Loco invierà agli Organi competenti per leggere i programmi delle manifestazioni con la dimostrazione dei mezzi di finanziamento per festeggiamenti, spettacoli, gare sportive, convegni culturali o folkloristici da essa promossi e da Associazioni, Enti, Comitati locali, da essa controllati.
Art. 18 -  L’atto costitutivo, lo Statuto sociale e le eventuali modifiche, l’atto di scioglimento, il bilancio preventivo ed il piano di azione, i conti consuntivi e la relazione sull’attività svolta devono essere inviati agli Organi competenti per legge nei termini previsti.
Art. 19) – Personale:  L’Associazione, ove si renda strettamente necessario ed il suo bilancio lo consenta, può assumere personale in qualità di incaricato, mediante deliberazione del Consiglio che fissa la natura dell’incarico e la retribuzione.
Art. 20) – Disposizioni Finali:  L’eventuale scioglimento dell’Associazione sarà deciso soltanto dall’Assemblea con le modalità di cui all’Art. 8, ed in tal caso, dopo che sarà provveduto al saldo di tutte le pendenze passive, le somme restanti saranno devolute in favore di Enti pubblici per essere destinate ad opere di valorizzazione turistica della località.

Firmato:
Mauro Giannarelli
Riccardo Giannelli
Marco Marcuccetti
Marco Meucci
Zelindo Mussi
Gian Luca Vecchi
Luigi Antonio Tarabella
Loris Scaletti
Massimo Roni
Luciano Guicciardi
Roberto Roni
Umberto Guidugli Notaio

 

ALLEGATO "A"       al Rep. N. 59042 - Raccolta N. 4790         

Legenda:  Il territorio di pertinenza di questa Pro Loco, evidenziato nella cartina sopra, è interamente situato nel Comune di Seravezza e interessa tutta la sua parte pianeggiante a valle della frazione di Corvaia (1), quest’ultima esclusa, nonché la parte collinare e rivolta al mare della "Rocca di Corvaia" e del cosiddetto “Monte di Ripa” (2).

A nord, troviamo il confine tracciato dal Rio Bonazzera (3), che scendendo da Cerreta San Nicola e scavando il proprio solco prima in località Risciolo (4), poi in quella di Cafaggio (5), va a confluire, sottopassando la linea ferroviaria "Pisa/Genova” e la “S.S. n.1 Aurelia”, nel fiume Versilia (6).

Ad ovest, il territorio di pertinenza termina in corrispondenza della via Emilia (7), al confine con il Comune di Forte dei Marmi (8).

A sud, è invece delimitato dalla via Provinciale della Marina (9) che, ad iniziare dall’intersezione con la via Emilia (10) giunge, procedendo verso monte, sino al fiume Versilia in località Ponte di Tavole (11). Da qui, delimitando il territorio in tutta la parte ad est, la linea di confine combacia esattamente con il tracciato del Versilia (12) sino a chiudere definitivamente il “cerchio” di nuovo a valle del paese di Corvaia (1), dopo aver lambito, in ultimo, quello di Ripa (13).

 

 

 

 

P.IVA 01529470468
created by Artemysia Communication