Progetto didattico

 

PROGETTO DIDATTICO :   “ L’ASINO VA  A  SCUOLA “

a cura di Nello Tessa, membro della Compagnia del Miccio
con la collaborazione della Pro Loco di Querceta, organizzatrice del Palio dei Micci

 
 
 
                Premessa
 
Il percorso didattico si pone l’obiettivo di fornire competenze teoriche e pratiche finalizzate ad una corretta ed efficace relazione con l’asino (nel vernacolo versiliese, miccio).
 
 Il rapporto uomo-animale è antichissimo e proprio da questa particolarità l’uomo ha tratto numerosi benefici: l’asino, come compagno di lavoro, ha ridotto e semplificato la fatica fisica e come animale da compagnia ha offerto benefici in campo emotivo ed affettivo.
 
L’asino è un animale molto intelligente, dotato di una buona memoria; è anche molto ubbidiente e fedele al suo padrone, verso il quale è in grado di manifestare dolcezza ed affetto se riceve da lui quelle attenzioni che gli permettono di sviluppare la consapevolezza della sua utilità.
 
Una volta instaurato un rapporto di reciproco rispetto questo animale è in grado di manifestare all’uomo qualità del suo carattere come la pazienza, l’umiltà, la fedeltà, così come il coraggio, la prudenza ed un’estrema curiosità.
 
Non ultime, la grande socievolezza, calma e pazienza, rendono questo animale particolarmente adatto ad instaurare rapporti con i bambini per promuovere dinamiche relazionali positive.
 
 
 
                Obiettivi
 
Sono obiettivi di questo percorso didattico:
 
conoscere l’asino: le sue origini, il suo carattere, le sue abitudini;
analizzare il rapporto uomo-asino dai tempi passati sino ai giorni nostri;
favorire un atteggiamento di rispetto nel rapporto uomo-animale;
favorire e sviluppare abilità relazionali ed empatiche nel rapporto con animali e persone;
 
 
                Attività e contenuti
 
Il progetto si articola in due momenti:
 
una prima fase teorica, da svolgersi nel primo quadrimestre in classe, secondo le modalità della lezione frontale tenuta dall’esperto, con proiezione di slides.
 
Gli argomenti trattati riguarderanno:
 
le origini dell’asino;
le sue caratteristiche e le sue abitudini;
le razze presenti sul territorio italiano;
il rapporto uomo-asino nel mondo del lavoro;
il rapporto uomo-asino dal punto di vista relazionale ed affettivo;
cenni di onoterapia.
Una fase pratica, da svolgersi preferibilmente nel secondo quadrimestre, a primavera, in cui i bambini visiteranno un allevamento.
 
In questo modo sarà possibile conoscere dal vivo la realtà di questi nostri amici a quattro zampe, rendersi conto concretamente delle loro abitudini, dei loro pregi e della capacità di suscitare affetto e tanta simpatia.
 
I bambini potranno accarezzare gli asini, farli passeggiare ed entrare in relazione con loro, una relazione molto particolare, carica di rispetto ed empatia.
 
Sarà presente anche il maniscalco che mostrerà come curano le unghie dei nostri amici.
 
In questa occasione i bambini potranno conoscere da vicino anche il funzionamento di un alveare e il dolcissimo prodotto delle api.
 
 
 
GG/lg/

P.IVA 01529470468
created by Artemysia Communication